logo

Uno smalto che credevamo perduto

Scritto da Administrator
Martedì 01 Luglio 2008 07:53
Francesco M. Colombo - Corriere della Sera - 22 Giugno 1994

In lui le eccezionali doti di memoria, di agilità, di sangue freddo, si volgono ad una dimensione di eleganza e di charme che è davvero rara (...) ha i suoi modelli massimi in alcune leggendarie figure del passato: Friedman, Moisewitsch, per alcuni versi lo stesso Horowitz (oppure, se si consideri la scuola francese, Saint.Saens, Pugno) ... uno smalto, uno spolvero di signorilità e di frivolezza, che credevamo perduto negli archivi dell'interpretazione pianistica.

 

Ultimo aggiornamento ( Domenica 06 Luglio 2008 12:09 )